Il PD di Cormòns a sostegno della candidatura di Lucia Toros

Il PD di Cormòns a sostegno della candidatura di Lucia Toros

L’assemblea degli iscritti del circolo Pd di Cormòns-Dolegna del Collio, riunitasi domenica presso la sede di via Udine (Cormòns) alla presenza del segretario provinciale Marco Rossi, ha votato all’unanimità dei presenti la proposta della segreteria cittadina di sostenere la candidatura di Lucia Toros alle prossime elezioni amministrative di Cormòns nell’ottica di unità del centrosinistra cittadino.
Il segretario del circolo Luca Bigot ha relazionato sul percorso di audizioni con le forze politiche presenti in Consiglio comunale tenutosi nel corso del 2016 e sui punti fondamentali su cui incardinare un percorso programmatico comune del centrosinistra, già oggetto di un preliminare confronto con le rappresentanze della maggioranza che amministra Cormòns.
Riteniamo che il voto negativo di lunedì scorso al bilancio previsionale da parte del gruppo consiliare del Pd non va ad intaccare il progetto politico del Centrosinistra come soggetto unitario in quanto il documento di bilancio è notoriamente un atto amministrativo della maggioranza, pertanto non condiviso con le opposizioni nella sua redazione; il Partito democratico si candida innanzi tutto a dare il proprio contributo di proposte ed idee che sarà determinante nella stesura del programma elettorale con cui il centrosinistra si presenterà agli elettori e, di conseguenza, questo darà l’opportunità per apportare quei correttivi ai futuri documenti previsionali e programmatici del bilancio comunale in un’ottica di condivisione delle scelte sul futuro di Cormòns.
Il Partito democratico considera il raggiungimento di un accordo unitario una vera e propria svolta epocale nei rapporti tra le forze del centrosinistra cormonese che si sono contese negli ultimi 30 anni il governo della città. Consapevoli che a beneficiare di questa unione di persone e di idee sarà per prima la comunità cormonese, il Partito democratico da subito è già al lavoro a fianco dei propri alleati per creare la squadra di governo. In un contesto politico istituzionale in divenire, in cui molte scelte strategiche per Cormons saranno prese all’interno delle UTI, il ruolo del Pd a sostegno del proprio sindaco lo consideriamo fondamentale.

Enogastronomia: Fasiolo, bene salvaguardia Cantina sociale di Cormòns e sede Consorzio Montasio

Enogastronomia: Fasiolo, bene salvaguardia Cantina sociale di Cormòns e sede Consorzio Montasio

“Un passaggio importante quello che ha consentito la conclusione positiva di un’importante partita: la salvaguardia della Cantina Sociale Produttori di Cormons e la sede di produzione del formaggio Montasio. E’ stato scongiurato il rischio della vendita all’asta di un immobile sul quale i produttori avevano investito in tanti anni con molti sacrifici; grazie all’impegno che dallo scorso autunno è stato portato avanti dal Viceministro Olivero, con il sostegno dell’Assessore regionale Shaurli, con il mio convinto sostegno, si è realizzato un risultato di eccellenza”. Lo scrive in una nota la Sen Laura Fasiolo (Pd). “La cantina dei produttori di Cormons in un immobile nel Comune, nata alla fine degli anni Sessanta e nota nel mondo per la qualità dei vini è stata trasferita dall’ Agenzia del Demanio e dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali alla Regione” FVG. Questo, con “l’immobile di Codroipo con l’impianto più importante del FVG di raccolta e stagionatura del formaggio Montasio. Due realtà di eccezionale livello, fiori all’occhiello l’uno per la produzione di vino, l’altro per la produzione di formaggi”. (ANSA).

Pecol dei Lupi. Il PD plaude alla Regione

Il Partito democratico plaude alla Regione per la decisione di percorrere la strada dell’indennizzo di esproprio alla Sir, società proprietaria di una porzione di terreni della discarica di Pecòl dei lupi, per dare soluzione all’annoso problema protrattosi nelle sedi giudiziarie sino al Consiglio di Stato. Con l’acquisizione delle aree da parte della Regione si compie un ulteriore passo avanti verso la definitiva chiusura del sito per addivenire, in tempi ragionevoli, al cosiddettopost mortem, cioè il processo di gestione della discarica dal momento della sua definitiva chiusura sino alla riqualificazione del sito che acquisterà nuova vita attraverso una destinazione consona al suo rientro nel patrimonio ambientale del territorio, con soddisfazione di tutti, cittadini in primis, che hanno subito per molti anni i disagi dovuti alla presenza invasiva della discarica. “Si tratta di un risultato storico per il territorio isontino, reso possibile dall’iniziativa della giunta regionale e dell’assessore Sara Vito, con un’impegno molto concreto – spiega il segretario provinciale del Pd, Marco Rossi, con il presidente della Commissione Ambiente del Consiglio provinciale e segretario Pd di Cormons, Luca Bigot – e la costanza con cui la politica isontina ha perseguito l’obiettivo di essere un territorio senza discariche si dimostra premiante».