CONGRESSO 2017. Risultati delle convenzioni di circolo

Ecco i risultati della consultazione fra gli iscritti nelle convenzioni di circolo svoltesi tra il 20 marzo e il 2 aprile 2017 nell’ambito della prima fase del Congresso nazionale, riservata agli iscritti. Dall’Isontino due delegati alla Convenzione nazionale del PD che si svolgerà domenica a Roma: l’ex presidente della provincia Gherghetta e il segretario del Pd gradiscano, Zanolla.

Il PD isontino ha scelto inoltre il Kulturni Dom di Gorizia – dove si vota nelle amministrative di giugno – per concludere la prima fase del percorso congressuale nazionale con la CONVENZIONE PROVINCIALE.  In due settimane si sono svolte 20 assemblee territoriali, cui hanno partecipato 474 iscritti (il 50% degli iscritti in provincia di Gorizia). La candidatura di Matteo Renzi ha ottenuto 267 voti (56,4%), quella del guardasigilli Andrea Orlando 193 voti (40,8%), quella di Emiliano soltanto 13 voti (2,7%). Nel corso della convenzione provinciale sono stati eletti anche i due rappresentanti isontini che, domenica, parteciperanno alla convenzione nazionale di Roma: si tratta dell’ex presidente della provincia Enrico Gherghetta, che sostiene Renzi, e del giovane segretario del PD gradiscano, Marco Zanolla. All’assemblea dei delegati PD, presieduta dal segretario provinciale Marco Rossi e dal rappresentante della Commissione congressuale Franco Malaroda, sono intervenuti anche i segretari provinciali di CISL e UIL, rispettivamente Umberto Brusciano e Giacinto Menis. Menis ha richiamato il PD alla necessità di riaprire una stagione di dialogo con le parti sociali e ha sottolineato con favore l’iniziativa legislativa depositata in Senato dal PD per costituire una Zona Economica Speciale (ZES). Sulla drammatica emergenza occupazionale è tornato anche Umberto Brusciano per la CISL sottolineando la priorità della questione occupazionale e invocando una stagione di confronto fra le parti sociali per sviluppare una politica di sviluppo locale condivisa. A illustrare i documenti congressuali di Renzi e Orlando sono stati, rispettivamente, Sara Vito e Riccardo Cattarini.

 

Risultati delle convenzioni di circolo

CIRCOLO Iscritti Andrea ORLANDO Michele EMILIANO Matteo RENZI Voti validi schede bianche schede nulle Votanti
CAPRIVA 11 0 0 6 6 0 0 6
CORMONS 38 8 0 13 21 0 0 21
DOBERDOB 18 6 0 2 8 0 0 8
FARRA 4 0 0 0 0 0 0 0
FOGLIANO 59 1 0 16 17 0 0 17
GORIZIA 163 27 2 35 64 0 0 64
GRADISCA 62 27 1 14 42 0 0 42
GRADO 97 17 2 28 47 0 0 47
MEDEA 14 3 3 7 13 0 0 13
MONFALCONE 106 32 1 26 59 0 0 59
ROMANS 16 6 0 2 8 0 0 8
RONCHI D.L. 80 9 0 45 54 0 0 54
SAN CANZIAN 64 6 0 22 28 0 0 28
SAN LORENZO 6 1 0 1 2 0 0 2
SAN PIER 49 1 0 7 8 0 0 8
SAGRADO 34 3 1 12 16 0 0 16
SAVOGNA 11 1 0 1 2 0 0 2
STARANZANO 86 34 2 17 53 0 1 54
TURRIACO 28 11 0 6 17 0 0 17
VILLESSE 10 0 1 7 8 0 0 8
totali 956 193 13 267 473 0 1 474

Sì alle riforme, banchetti firme da venerdì a lunedì

Si mobilita nell’Isontino la macchina organizzativa per il sostegno alla riforma costituzionale approvata dal Parlamento. Da venerdì a lunedì prossimo saranno allestiti a Gorizia, San Canzian e Monfalcone banchetti e assemblee per raccogliere firme a sostegno del Sì in occasione del referendum confermativo della riforma che si terrà in autunno. A Gorizia venerdì pomeriggio e sabato banchetto per le firme in centro nell’area pedonale e in corso Italia, a San Canzian d’Isonzo le firme si raccolgono sabato 4 in Piazza Garibaldi a Pieris dalle 9.30 alle 12.30; a Monfalcone infine assemblea lunedì sera nella sede del circolo Pd in Via Verdi.
“La riforma. è bene ricordarlo, modifica soltanto in alcuni punti la seconda parte della nostra Costituzione, lasciando inalterati i “principi” fondamentali del nostro ordinamento – spiega il segretario provinciale del Pd, Marco Rossi -. A cambiare è il Parlamento (i senatori che da 315 scendono a 100 in rappresentanza delle Regioni e dei Comuni), il riparto delle competenze tra Stato e Regioni (che dal 2001 ad oggi ha generato un lungo contenzioso e problemi di applicazione: ma che comunque non tocca l’autonomia della nostra Regione), viene ridotto il ricordo alla decretazione d’urgenza da parte del Governo, abolite le Province e il Cnel”.
La riforma sarà sottoposta a referendum confermativo prevedibilmente a ottobre. L’iter della riforma è durato oltre due anni, è passato per sei letture, tre per ciascuna Camera, con quasi seimila votazioni e l’approvazione di oltre cento emendamenti.

venerdì 3 giugno
GORIZIA – banchetto firme venerdì pomeriggio, Via Garibaldi

sabato 4 giugno
PIERIS – banchetto firme sabato mattina dalle 9.30 alle 12.30 a PIERIS, Piazza Garibaldi
GORIZIA – banchetto firme sabato mattina e pomeriggio dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 16.30 alle 19.00 in Corso Italia

lunedì 6 giugno
MONFALCONE – assemblea pubblica lunedì 6 giugno sera ore 20.30 sede PD VIa Verdi