Chiusura campagna referendaria a Staranzano

Sono gli ultimi giorni della campagna elettorale per questo referendum sulla proposta di riforma costituzionale.
Anche a STARANZANO abbiamo cercato di impegnarci il più possibile con riflessioni, incontri, giornalini, banchetti e volantinaggio.
Per concederci una riflessione finale sulla campagna referendaria, vi invitiamo all’incontro per la conclusione della campagna elettorale VENERDI 2 DICEMBRE ALLE ORE 18,00 presso la sede del circolo PD di via Savoia (Staranzano). Sarà l’occasione per tenere un’oretta aperta la sede con le bandiere esposte e, davanti a un bicchiere, organizzarci operativamente per aprire la sede la sera di domenica per la raccolta dei risultati e per chi vorrà attendere assieme a noi l’esito del referendum.

 

Appello per il Sì da oltre 50 personalità della città di Gorizia

Appello per il Sì da oltre 50 personalità della città di Gorizia

Oltre 50 personalità – professionisti, persone del mondo della cultura, imprenditori, rappresentanti di associazioni – della città di Gorizia e non solo, hanno sottoscritto un appello per il Sì. A guidare i firmatari Nereo Battello, avvocato, già senatore del PCI negli anni Ottanta e componente della Commissione stragi. Insieme a lui, un lungo elenco di firmatari. Per citare solo alcuni dei sottoscrittori, i giornalisti Roberto Collilni, Stefano Cosma, Tonino Barba e Vincenzo Compagnone. E ancora, personalità del mondo della cultura come Dario Stasi e Giuseppe Longo. Imprenditori e professionisti come Gianfranco Lugnani, Paolo Comolli, Alessandro Waltritsch, gli architetti Luisa Codellia e Antonello Cian. Figure dell’associazioniso come Antonio Fazzino, Mario Brancati, Lucia Cassanego, Franco Stacul. E ancora il docente universitario Claudio Cressati e il presidente regionale della Confederazione Italiana Agricoltori, Fabio Lorenzon.

Leggi qui il testo dell’Appello

Qui un estratto dell’appello:

Siamo convinti che proprio a Gorizia le profonde ragioni di un ammodernamento delle Istituzioni della nostra Repubblica trovino particolare fondamento.
Solo uno Stato più efficiente, maggiormente capace di dare risposte concrete alle esigenze di uno sviluppo moderno e sostenibile del nostro Paese, potrà dare risposta anche alla esigenza di rilanciare Gorizia, la sua economia, il suo futuro, in stretto rapporto con il suo territorio.
Solo una riforma delle Istituzioni può mantenere il nostro Paese saldamente ancorato all’Europa, vincendo i populismi e favorendo ulteriormente quel processo di integrazione europeo cui da Gorizia guardiamo con speranza.

Sottoscrivono l’appello:

Nereo Battello
Tonino Barba
Giorgio Benci
Mario Brancati
Giovanni Bratina
Majda Bratina
Michele Bressan
Giovanni Busolini
Lucia Cassanego Lamberti
Liviana Cechet
Antonello Cian
Giuseppe Cingolani
Luisa Codellia
Roberto Collini
Paolo Comolli
Vincenzo Compagnone
Stefano Cosma
Italico Chiarion
Claudio Cressati
Elisabetta Damianis
Enzo Dall’Osto
Marco Della Gaspera
Giovanni De Fornasari
Maria Antonia De Roma
Adriana Fasiolo
Laura Fasiolo
Salvatore Farre
Antonio Fazzino
Nicolò Fornasir
Veronica Franceschini
Simone Frigeri
Oliviero Furlan
Daria Kogoi
Dario Ledri
Giuseppe Longo
Fabio Lorenzon
Gianfranco Lugnani
Alessandro Maran
Alessandra Martinelli
Tiziana Mucci
Daniele Orzan
Gianluigi Panozzo
Costanzo Pazzona
Franco Perazza
Angiola Restaino
Marco Rossi
Marco Rota
Livio Semolič
Nadia Slote
Franco Stacul
Dario Stasi
Elisabetta Tofful
Rosy Tucci
Daniele Ungaro
Alessandro Waltritsch

LUIGI ZANDA a Gorizia per il Sì alla riforma costituzionale

LUIGI ZANDA a Gorizia per il Sì alla riforma costituzionale

Il Presidente del gruppo dei Senatori PD, Luigi ZANDA, sarà a Gorizia mercoledì 30 novembre alle 17.00 all’Hotel Entourage, insieme alla senatrice Laura Fasiolo, per spiegare la riforma costituzionale e sostenere il Sì al referendum del prossimo 4 dicembre.
Figura prestigiosa della Politica, Luigi Zanda è avvocato cagliaritano, eletto in Lazio, membro della prima commissione Affari Costituzionali della terza commissione permanente Affari Esteri e emigrazione.
Uomo dalla lunga carriera politica, consigliere di Amm.ne della RAI, ha ricoperto numerosi ed alti incarichi, è stato tra l’altro portavoce e segretario di Francesco Cossiga.

gorizia30novembrezanda-fasiolo

L’appello al voto delle DONNE PER IL SI’

Sabato 12 novembre alle 11.30 a MONFALCONE l’appello del Comitato DONNE PER IL SI’. Il ritrovo – aperto a tutte e tutti – sarà al Caffè Carducci, con la partecipazione della senatrice Laura Fasiolo.

Di seguito il testo dell’appello e le firmatarie:

“Siamo un gruppo di donne riformiste che crediamo in un’Italia migliore.
Amiamo il nostro Paese, una terra bellissima dal punto di vista paesaggistico, ricca di storia, di tesori artistici e di talenti, espressione della creatività del popolo italiano.
Riteniamo però che il nostro Paese debba aspirare ad una classe politica e dirigente all’altezza della sua storia e cultura, che si faccia custode dei beni pubblici come patrimonio comune della collettività, da tutelare e amministrare con saggezza, un patrimonio sul quale nessuno possa speculare e mettere le mani per interesse personale.
La complessità della macchina pubblica, composta da troppi organi e organismi, da troppa burocrazia, ingessa tutto il sistema mantenendolo in un perenne status quo.
Siamo quindi convinte che è giunta finalmente l’ora di prendere atto di una nuova sfida di grandi riforme, che vogliono smantellare vecchi poteri e un immobilismo cristallizzato, riforme che si stanno realizzando con grande coraggio e che sentivamo proclamare da almeno trent’ anni a questa parte.
Al referendum del 4 dicembre noi voteremo Sì perché vogliamo:
o   Rafforzare la democrazia, semplificando l’iter legislativo con il superamento del bicameralismo paritario, attribuendo al Senato il ruolo di rappresentanza delle istituzioni locali e un numero limitato di competenze (materie di rilevanza costituzionale, referendum e politiche dell’unione europea)
o   Ridurre la spesa pubblica attraverso la diminuzione del numero dei senatori da 315 a 100
o   Sopprimere il CNEL, un organo costituzionale composto da 64 consiglieri, al quale spetta la presentazione di disegni di legge e pareri in materia di lavoro. Nei cinquant’ anni di attività ha presentato 14 disegni di legge e 96 pareri, che non hanno inciso sul mercato del lavoro
o   Rivedere il titolo V della parte II della Costituzione, che tratta dei ruoli delle Regioni, Province e Comuni, tra l’altro già precedentemente modificato con Legge costituzionale 3/2001, arrivando, come prima cosa, al superamento delle Province.
Diciamo convintamente Sì ad una riforma che affronta le maggiori emergenze costituzionali del nostro Paese e riscrive in chiave progressista parte della nostra costituzione, mediante la modernizzazione delle istituzioni di governo, coerentemente con il nostro tempo presente e in vista delle sfide del futuro”.

Firmatarie:

Antonella BOLLETTI                                                        Manuela GUERRERA                          Elisabetta PIAN
Monica CARTA                                                                 Eva LUCON                                        Sara POSERINA
Lucia CASSANEGO LAMBERTI                                       Elisabetta MEDEOT                            Sara VITO
Marina DOMINI                                                                Emanuela NOGHERTTO                     Barbara ZILLI
Laura FASIOLO                                                                Michela PERCUZZI                             Franca ZOTTI